Competenze di neuropsicologia – per cosa possono essere usate?

La neuropsicologia è una branca della psicologia, studia il cervello, la neurologia e la mente. La neuropsicologia ha l’obiettivo di capire in che modo funziona il cervello, come è strutturato, e come funziona il comportamento della funzione cognitiva. Infatti, molti disturbi cerebrali producono disturbi mentali, e la neuropsicologia cerca di capire se c’è una relazione tra i disturbi cerebrali e quelli mentali per offrire diagnosi e trattamenti più efficaci, soprattutto per escludere disturbi fisici, o strutturali. Molti disturbi mentali non presentano deformità, o altri tipi di disturbi cerebrali, però molti disturbi mentali provengono da danni cerebrali o da altri disturbi neurologici. La neuropsicologia tratta i problemi neurologici, e i problemi mentali e psicologici che ne derivano. Tra questi tipi di problemi vi possono essere vari disturbi per cui la neuropsicologia è molto utile. Tra questi vi sono i disturbi dell’attenzione, dell’iperattività e dell’apprendimento, la demenza, e l’Alzheimer, i disturbi convulsivi, i disturbi endocrini, cancro al cervello e tumori cerebrali, i disturbi dello spettro autistico, e traumi cranici.

Competenze di neuropsicologia – per cosa possono essere usate

Quali disturbi può diagnosticare la neuropsicologia?

I neuropsicologi possono fare delle valutazioni che permettono di valutare sia disturbi neurologici che quelli psicologici. Quindi, quando si sospettano dei problemi neurologici, il neurologo può valutare le diverse aree. Il funzionamento esecutivo, ad esempio, prevede le competenze necessarie per eseguire ricordare le istruzioni, focalizzare l’attenzione, pianificare e il multitasking. Il funzionamento esecutivo invece regola la capacità di filtrare le distrazioni stabilendo organizzando le priorità e potendo raggiungere quindi gli obiettivi. La valutazione comprende poi la messa a fuoco e l’attenzione, cioè la capacità di focalizzarsi senza avere problemi di concentrazione che portano a deficit di attenzione. Si valuta poi il funzionamento intellettuale, Cioè la capacità di ragionare, di pianificare di pensare e comunicare in modo efficace. Sono abilità fondamentali per mantenere il buon senso. Esiste poi il funzionamento accademico, cioè la relazione tra i risultati e rendimento scolastico e altri disturbi psicologici. Il funzionamento adattivo invece valuta la capacità di interagire socialmente con gli altri individui in diverse situazioni e in diversi ambienti.

Il neuropsicologo valuta poi la personalità attraverso una serie di standard empirici e scientifici che comprendono vari settori come La vita privata, la scuola, la memoria. Poi si valutano le abilità di discorso e della lingua. ​ inoltre, i neuropsicologi sono delle figure molto importanti Anche per il trattamento e la diagnosi dei bambini che hanno difficoltà di apprendimento. Vi sono molti motivi per cui i bambini possono avere delle difficoltà nell’apprendimento, e perciò è fondamentale la valutazione da parte di un neuropsicologo perché può essere anche in grado di diagnosticare un disturbo neurologico.

Quali disturbi può diagnosticare la neuropsicologia

Questo tipo di specialista Infatti è l’unico che in grado di valutare di diagnosticare eventuali disturbi neurologici sottostanti. In questo modo può offrire al bambino ed eventualmente anche alla famiglia diagnosi, riabilitazione e trattamento efficace e specializzati. Solitamente, il neuropsicologo lavora in collaborazione con lo psicologo scolastico per offrire anche un percorso di apprendimento personalizzato in base alle esigenze del bambino. Le valutazioni che fa il neuropsicologo sono molto importanti sia per diagnosticare disturbi ma anche per saperli distinguere. Ad esempio, vi sono disturbi come la SLA che attacca le cellule nervose nel cervello e provoca dei problemi che si possono verificare soltanto grazie di una visita neuropsicologica. Ciascun disturbo poi può avere Vari significati e perciò andare dal neuropsicologo è fondamentale per la valutazione e per il trattamento. I neuropsicologi raccolgono informazioni da queste valutazioni, e collaborano con gli altri operatori sanitari per offrire la riabilitazione il trattamento più efficaci.

In quali settori è utile la neuropsicologia?

I neuropsicologi possono lavorare in moltissimi settori, sia come liberi professionisti che all’interno di un team di individui, ad esempio per offrire competenze trattamento in ambito ospedaliero. Inoltre, i neuropsicologi possono lavorare come ricercatori. Gli ambienti in cui la neuropsicologia è molto utile comprendono l’ambiente clinico, l’ambiente accademico in cui si effettuano le ricerche, l’ambiente scolastico in cui si forniscono piani educativi e piani accademici per il supporto psicologico degli studenti, l’ambiente ospedaliero e il laboratorio in cui si ricercano le funzioni neurologiche, e in più si svolgono attività di ricerca e di monitoraggio a titolo farmaceutico. Dal punto di vista della formazione e delle competenze, la neuropsicologia richiede la specializzazione maggiore anni di studio in più rispetto alla psicologia. Si tratta quindi di conoscenze fondamentali che comprendono neuroscienze, biologia, psicologia, e la conoscenza sia della funzione cerebrale che del sistema nervoso oltre a competenze in psicologia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here